Pubblicità al Cinema

Aggiornamento: 6 ago




Meglio una pubblicità grande o una grande pubblicità?


Questa domanda mi riporta alla mente un vecchio spot di quando ero bambino, dove c'era un imbianchino in bici in mezzo al traffico con un pennello gigante a tracolla. Dategli un'occhiata, perché spacca ancora oggi:



Tuttavia, la mia risposta alla domanda del titolo è nettamente diversa rispetto a quella dello speaker sul pennello Cinghiale. In questo caso specifico infatti – vale a dire sulla pubblicità al cinema – è meglio una grande pubblicità GRANDE!



Ma a chi si rivolge la pubblicità al cinema?


I cinema, o meglio le multisale, sono luoghi frequentati perlopiù dagli abitanti della città. Di conseguenza, la pubblicità al cinema ha una rilevanza maggiore per tutte le attività locali, o perlomeno quelle fortemente legate al territorio. Certo, al cinema passano anche gli spot nazionali e internazionali, ma sono molto pochi i grandi brand che investono al cinema, perché non otterrebbero gli stessi risultati del web o della tv. Sovente, al cinema possiamo rivedere certi spot di automobili o di siti web comparativi.

A contrario, bar, ristoranti, parchi divertimento, piscine, terme, saloni di bellezza, negozi di abbigliamento e qualunque altra attività commerciale, ma anche imprese di servizi o liberi professionisti, facendo pubblicità al cinema otterrebbero notevoli benefici.

Questo accade per due macro-motivi:

  1. Abbraccia tutti i target Bambini, adulti, ricchi, poveri, tutti vanno al cinema, perciò le probabilità di colpire qualcuno in target sono sempre molto alte. Anche perché le multisale offrono pacchetti di proiezione che comprendono tutti i film a tutte le ore. Top!

  2. Video enormi e audio a palla La maggior parte degli spettatori entra sempre prima per mettersi comoda. A quel punto, evitare di guardare uno schermo da dieci metri risulta davvero difficile. Senza contare l'audio in Dolby System-ti spacco-le-orecchie. Se lo spot è pure bello, allora è fatta, entra nella testa della gente senza dover martellare come fa la tv.




Ma...


Ovvio, c'è sempre un ma!

E questo ma è grande come una casa, fate attenzione.

Vi sarà capitato di andare al cinema e sorbirvi mezz'ora di pubblicità prima del film. Certo, ho usato il verbo «sorbire» di proposito, per sottolineare il fatto che talvolta, quelle pubblicità, per usare un eufemismo, fanno schifo! 😐

In pratica, tra trailer mozzafiato e spot fatti come dio comanda, saltano fuori obbrobri realizzati con fotografie in movimento, duecentomila scritte dagli improbabili colori e uno speaker senza anima. Per intenderci, sono quegli stessi "spot" – se così si possono definire – da tv locali, realizzati dal cugggino di qualcuno per 50 € o giù di lì. Ecco, piuttosto fate a meno, perché quelle porcherie remano contro la vostra attività.

Peer il vostro spot rivolgetevi sempre ai professionisti, preferibilmente a noi (😜). Secondo la mia personale idea, uno spot al cinema dev'essere all'altezza del luogo in cui viene proiettato. Ciò non significa che dobbiate spendere i milioni! Significa semplicemente investire il giusto per ottenere risultati immediati e sbalorditivi. Significa essere felici tutti. E questo accade quando, per esempio, spendendo tremila, avete ottenuto almeno dieci volte tanto...



Ma chissà quanto costa proiettare la pubblicità al cinema?


Molto meno di quello che pensate. Ricordo che parliamo di attività territoriali che devono fare pubblicità nella città in cui risiedono, mica in tutta Italia. Spesso basta una sola multisala. E le multisale offrono pacchetti settimanali, mensili, o annuali, che comprendono la proiezione dello spot in tutte le sale prima di ogni film. Può costare un millino, o due e così via, dipende dai periodi, dai film eccetera. Ma non crediate siano costi proibitivi! Perché vi sbagliereste. Perciò, se avete un'attività locale – o se ce l'ha vostro cuggino – investite nella pubblicità al cinema. Ne vale la pena! 😎


Di seguito alcuni esempi di spot locali dalle creatività scritte e dirette da me:

  • A questo spot del 2017 ha partecipato tutto il Glitch Studio di oggi. Francesco era in camera, mentre Oussama e Pietro erano allora tra i pochi liceali di Verona ad avere un accesso diretto a un set, dove parteciparono all'allestimento e al processo di illuminazione delle scene. Girai con la consapevolezza che sarebbe stato proiettato al'UCI di Verona per circa sei mesi:


Il case history, gli storyboard e i dietro le quinte li trovate nel mio portfolio personale: https://www.solingo.it/csasecurity


Questo piccolo spot di una cantina della Valpolicella, che ho girato con Francesco qualche anno fa, è stato proiettato al The Space Cinema per circa tre mesi:



Questo invece, è uno spot girato per un'azienda di pneumatici della Valpolicella, pensato per la proiezione in due multisale durante i mesi del cambio gomme invernale. Una buona idea, senza strafare:



Spero abbiate trovato interessante l'articolo, il quale, come avrete senz'altro capito, vi è stato gentilmente offerto da Glitch Studio di Los Angeles.

Ah no? 🤔

Ok, allora Glitch Studio di Bussolangeles! Ed ora pigiate sul cuoricino in basso a destra, condividete l'articolo sui vostri social e seguiteci sui nostri, vale a dire Facebook, Instagram e TikTok, che nonostante il poco tempo a disposizione stiamo cercando di gestirli...

Au revoir!







37 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti